Contenuto principale

DURC

(Ministero del Lavoro, Circolare n. 40 del 21.10.2013)

 

Il Ministero del  Lavoro è nuovamente intervenuto fornendo chiarimenti a seguito delle modifiche recentemente introdotte grazie alle quali è previsto il rilascio del Documento Unico di Regolarità Contributiva in presenza di una certificazione che attesti la sussistenza e l’importo di crediti certi, liquidi ed esigibili vantati nei confronti delle pubbliche amministrazioni di importo almeno pari agli oneri contributivi da questo non ancora versati.

L’ intervento normativo vuole consentire alle imprese con debiti previdenziali e/o assicurativi causati dal mancato pagamento di crediti da parte delle pubbliche amministrazioni di poter utilizzare il DURC per continuare ad operare sul mercato.

Oggetto e ambito di applicazione.

I crediti vantati nei confronti delle amministrazioni statali, degli enti pubblici nazionali, delle Regioni, degli enti locali e degli enti del Servizio Sanitario Nazionale devono essere, come già sopra indicato, certi, liquidi ed esigibili e di importo almeno pari agli oneri contributivi omessi.

Modalità di rilascio del DURC.

Il DURC deve essere emesso con l’indicazione che il rilascio è avvenuto ai sensi del comma 5 dell’art. 13-bis del decreto-legge 7 maggio 2012, n. 52 e l’ indicazione sia del debito contributivo che degli estremi della certificazione esibita per il suo rilascio.

Il Documento è rilasciato “su richiesta del soggetto titolare dei crediti certificati”; pertanto, in tutti i casi in cui il DURC sia richiesto d’ufficio da parte di una P.A., l’ Azienda interessata dovrà dichiarare di vantare crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione per i quali ha ottenuto la certificazione e che, conseguentemente, il DURC dovrà essere acquisito “ex art. 13 bis, comma 5, D.L. n. 52/2012”.

 

Contenuto.

l DURC rilasciati nel rispetto della normativa in esame dovranno contenere:

  • la dicitura di emissione “ex art. 13 bis, comma 5, D.L. n. 52/2012”;
  • l’ importo dei debiti contributivi/assicurativi, con indicazione dell’Istituto e/o della Cassa nei cui confronti sussistono i debiti stessi;
  • gli estremi delle certificazioni comunicate al momento di richiesta del DURC;
  • l’ eventuale data del pagamento dei crediti vantati nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni.

Modalità di utilizzo del DURC.

Il DURC in questione può essere utilizzato per le tutte finalità previste dalle vigenti disposizioni di legge.

Infine, è opportuno evidenziare che:

  • la Pubblica Amministrazione, ove tenuta ad effettuare un pagamento, è obbligata preventivamente a garantire la copertura del debito evidenziato nel DURC;
  • il credito indicato nella certificazione esibita per il rilascio del DURC potrà essere ceduto ovvero costituire oggetto di anticipazione solamente se in precedenza è stato integralmente estinto il debito contributivo indicato sul DURC (dovrà essere esibito alla banca o all’intermediario finanziario un DURC aggiornato).